Regolamento uscite didattiche

Novembre 04, 2022

REGOLAMENTO USCITE DIDATTICHE

− Visto l’art. 30 della Costituzione italiana;

− Visto l’art. 147 del Codice civile in tema di responsabilità genitoriale;

− Visti gli artt. 1218, 2043 e 2048 del Codice Civile;

− Vista Circolare Ministeriale 2 ottobre 1996, n. 623;

− Vista la Legge 104/1992 in tema di disabilità;

− Direttiva Ministeriale del 27 dicembre 2012 e le successive circolari ministeriali in tema di BES;

− Vista la Legge 170/2017 in tema di Disturbi specifici dell’apprendimento;

− Vista la modifica dell’art. 155 c.c., operata dalla l. 8 febbraio 2006, n. 54;

− Visto il Decreto legislativo 16 aprile 1994, n. 297 “Testo Unico delle disposizioni legislative vigenti in materia di istruzione, relative alle scuole di ogni ordine e grado”, nello specifico l’art. 7 comma 2 riguarda le competenze del Collegio Docenti, mentre l’art. 10 comma 3 lett. e) relativamente alle competenze del Consiglio di istituto;

− Viste le Cass.Civ.- Sent. 28/08/2009, Cass. Civ.- Sent. 22/04/2009, Cass. Civ.- sent.28/08/2009

Con Delibera n. 27 del Consiglio di Circolo del 28 ottobre 2022 viene approvato e pubblicato il presente Regolamento delle uscite didattiche, integrato con i criteri deliberati nella seduta del 7 ottobre 2022 (Delibera n. 23).

Articolo 1 – PRINCIPI GENERALI

Articolo 2 – TIPOLOGIA

Articolo 3 – CAMPO DI APPLICAZIONE / DESTINATARI Articolo 4 – ORGANI COMPETENTI

Articolo 5 – DURATA DEI VIAGGI D’ISTRUZIONE

Articolo 6 – PARTECIPAZIONE

Articolo 7 – DOCENTI ACCOMPAGNATORI

Articolo 8 – NORME ALUNNI/ GENITORI

Articolo 9 – ASPETTI FINANZIARI

Articolo 10 – SCELTA DITTE DI TRASPORTO E AGENZIA DI VIAGGI

Articolo 11 – ADEMPIMENTI DELLA SEGRETERIA

Articolo 12 – ASSICURAZIONE CONTRO GLI INFORTUNI

Articolo 13 – VALIDITÀ DEL PRESENTE REGOLAMENTO

 

Articolo 1 – PRINCIPI GENERALI

Questo Istituto considera le uscite didattiche, le visite guidate e i viaggi d’istruzione parte integrante e qualificante dell’offerta formativa e momento privilegiato di conoscenza, comunicazione e socializzazione. A seguito dell’attribuzione alle istituzioni scolastiche dell’autonomia con il D.P.R. 275/1999, le circolari emanate a suo tempo dal Ministero (CC.MM. 14 ottobre 1992, n. 291, e 2 ottobre 1996, n. 623) non hanno più valore prescrittivo, ma rivestono la funzione di suggerimenti di comportamento, pertanto le visite guidate, le uscite didattiche, i viaggi di istruzione vanno considerati esperienze di apprendimento e occasioni di crescita degli alunni; pertanto si richiede una progettazione articolata e coerente con l’attività didattica e formativa dell’ Istituto;

In ottemperanza al dettato normativo citato in premessa, gli Organi Collegiali definiscono i criteri generali organizzativi relativi a:

  • numero minimo di alunni che vi devono partecipare;
  • eventuale partecipazione dei genitori degli allievi con particolari problematiche;
  • eventuale partecipazione del Dirigente e dei collaboratori scolastici;
  • eventuale partecipazione dell’insegnante di sostegno o di un qualificato accompagnatore per gli alunni in disabilità;
  • numero di accompagnatori per numero di alunni;
  • destinazioni e mezzi di trasporto, ecc.;
  • tetti di spesa da osservare.

Le mete prescelte devono avere una finalità di carattere educativo e culturale collegate alla programmazione didattica educativa, per questo motivo la visita di istruzione deve essere accuratamente programmata dagli insegnanti della classe tenendo presenti le mete, le destinazioni, i luoghi e la sicurezza relativi ed adatti all’età evolutiva dei discenti. Le uscite didattiche, le visite guidate e i viaggi d’istruzione, preferibilmente organizzati per classi parallele, pongono in relazione le attività didattiche con l’ambiente esterno nei suoi aspetti storici, ambientali, umani, culturali e produttivi in forma di:

1. lezioni all’aperto o presso musei, gallerie, monumenti e siti d’interesse storico-artistico;

2. partecipazione ad attività teatrali e cinematografiche;

3. partecipazione ad attività collegate con l’educazione ambientale;

4. partecipazione a concorsi provinciali, regionali, nazionali;

5. partecipazione a manifestazioni culturali o didattiche;

6. gemellaggi con scuole italiane ed estere.

Non è di norma consentito effettuare uscite didattiche/visite/viaggi di istruzione:

– nei giorni di sospensione delle lezioni;

– nei giorni di scrutini;

– in coincidenza con attività istituzionali;

– in caso di accertato allarme di diversa natura;

– nelle ore notturne;

– per non più di 2 uscite al mese, eccezionalmente 3 uscite;

– nell’ultimo mese delle lezioni, fatta eccezione per le attività sportive, per quelle collegate con l’educazione ambientale e partecipazione a concorsi e/o manifestazioni e per quelle, oltre il termine suddetto, che siano autorizzate dal Consiglio d’Istituto.

Articolo 2 – TIPOLOGIA

Si intendono per:

1. USCITE DIDATTICHE SUL TERRITORIO: si effettuano, a piedi o con un bus, nell’arco di una sola giornata, per una durata non superiore all’orario scolastico giornaliero, nell’ambito del territorio del comune di Ischia e dei comuni contigui. Sono uscite didattiche quelle che implicano la partecipazione a manifestazioni diverse (conferenze, spettacoli teatrali, mostre, gare sportive …), oppure visite ad aziende – laboratori – scuole – edifici e strutture pubbliche.

2. VISITE GUIDATE: le uscite che si effettuano nell’arco di una sola giornata, per una durata uguale o superiore all’orario scolastico giornaliero, entro e al di fuori del territorio del Comune e dei Comuni contigui. Sono le visite presso musei, gallerie, monumenti, località di interesse storico e artistico, parchi naturali. Non comportano alcun pernottamento fuori sede.

3. VIAGGI D’ISTRUZIONE: si prefiggono il miglioramento della conoscenza del territorio italiano nei suoi molteplici aspetti, storici, naturalistico-ambientali, economici, artistici, culturali. Le uscite potranno essere effettuate per un numero massimo di tre giorni.

4. VIAGGI CONNESSI CON ATTIVITA’ SPORTIVE: si tratta di viaggi finalizzati a garantire agli allievi esperienze differenziate di vita ed attività sportive. Vi rientrano sia quelle finalizzate alla conoscenza di specialità sportive tipicizzate sia le attività genericamente intese come “sport alternativi”, quali le escursioni, i campeggi, le settimane bianche o verdi, i campi scuola. Possono comportare uno o più pernottamenti. Non è prevista alcuna limitazione sul numero dei partecipanti.

Articolo 3 – CAMPO di APPLICAZIONE / DESTINATARI

Il presente regolamento si applica a tutti gli alunni della scuola dell’infanzia e Primaria dell’Istituto nel rispetto dei seguenti criteri deliberati nel Consiglio di Circolo del 07 ottobre 2022 con delibera n. 23:

Scuola dell’Infanzia

– alunni di 4 e 5 anni: uscite sul territorio a piedi o accompagnati dai genitori

– è prevista la partecipazione di tutti gli alunni dell’Infanzia in caso di programmazione di spettacoli ludico/teatrali.

Le uscite delle sezioni prevedono un adulto ogni 5 alunni.

Scuola Primaria

– alunni classi prime: due uscite, anche fuori dal comune di Ischia;

– alunni classi seconde: due uscite, anche fuori dall’ isola di Ischia;

– alunni classi terze e quarte: tre uscite, anche fuori dall’isola;
– alunni classi quinte: 1 uscita con 2 pernottamenti e/o uscite di un giorno anche fuori dall’isola. Il seguente Regolamento sarà reso noto agli alunni, ai genitori, al personale docente e non docente
attraverso pubblicazione sul Sito istituzionale della scuola e sarà aggiornato in base alle nuove esigenze e nuove normative ministeriali e regionali.

Articolo 4 – ORGANI COMPETENTI

Iter procedurale per i viaggi:

a) Il Consiglio di Intersezione/Interclasse programma annualmente:

l’individuazione degli itinerari e del programma di viaggio sulla base delle specifiche esigenze didattiche ed educative;

l’individuazione dei docenti accompagnatori ed eventuali supplenti disponibili; la scelta del periodo di effettuazione del viaggio di istruzione
b) Il Collegio dei Docenti elabora ed esamina annualmente il Piano delle Uscite, che raccoglie le
proposte di visite guidate e di viaggi di istruzione presentate dai Consigli di Interclasse/Intersezione, e lo approva dopo averne verificata la coerenza con il Piano Triennale dell’Offerta Formativa (PTOF).

c) Le Famiglie:

Sono informate tempestivamente.

Esprimono il consenso e l’autorizzazione in forma scritta alla partecipazione del figlio (specifica per ogni visita guidata e di viaggio di istruzione; annuale o per l’intero ciclo scolastico cumulativa per l’insieme delle uscite didattiche sul territorio).

Sostengono economicamente il costo delle uscite.

d) Il Consiglio di Circolo:

Verifica l’applicabilità e l’efficacia del presente regolamento che determina i criteri e le linee generali per la programmazione e attuazione delle iniziative proposte.

Propone e decide eventuali variazioni al presente Regolamento.

Delibera annualmente il Piano delle Uscite, presentato e approvato dal Collegio dei Docenti, verificandone la coerenza con il presente Regolamento.

e) Il Dirigente Scolastico

Controlla la fattibilità del piano sotto l’aspetto didattico, organizzativo ed economico. Autorizza autonomamente le singole uscite didattiche sul territorio.

Articolo 5 – DURATA DEI VIAGGI DI ISTRUZIONE E VISITE GUIDATE

Per i bambini della scuola dell’infanzia, in ragione della loro età, non sono previste visite di istruzione che coinvolgono tutta la giornata. Qualora il Collegio dei docenti, nell’ambito della programmazione didattico educativa, avanzi proposte che il Consiglio di Circolo consideri valide ed adatte alla loro età, si potrà deliberare l’effettuazione di brevi gite secondo modalità e criteri adeguati all’età. In tal caso i proponenti avranno cura di predisporre tutte le iniziative necessarie per garantire e tutelare la sicurezza e l’incolumità dei bambini.

Per le sole classi quinte il Consiglio di Circolo potrà valutare la possibilità di un pernottamento per i viaggi di istruzione che rivestano una particolare rilevanza formativa.

Articolo 6 – PARTECIPAZIONE

Un’uscita programmata potrà essere autorizzata dal Dirigente Scolastico se non meno dei 2/3 degli alunni per classe vi partecipa. Le uscite didattiche, le visite guidate e i viaggi d’istruzione, essendo esperienze integranti la proposta formativa della scuola, hanno la stessa valenza delle altre attività scolastiche, ad esse seguirà un momento finale di verifica e valutazione elaborato attraverso la compilazione di una sintetica relazione che consenta l’elaborazione dei dati e la relativa socializzazione finale.

La non partecipazione è un’eventualità eccezionale e obbliga gli alunni a frequentare regolarmente la scuola.

Articolo 7 – ACCOMPAGNATORI

La partecipazione alle uscite rimane limitata agli alunni e al relativo personale (docenti, D.S.). I docenti della classe che propongono la visita o il viaggio si impegnano ad essere gli accompagnatori degli alunni. Non è consentita la partecipazione dei genitori, ad eccezione dei genitori rappresentanti di

classe e dei genitori dei ragazzi disabili. Nel caso di partecipazione degli alunni diversamente abili si individueranno per l’uscita didattica gli insegnanti di sostegno o assistenti in base alla tipologia e gravità delle specifiche disabilità. Gli accompagnatori dovranno essere non meno di uno ogni 10 alunni per la Scuola Primaria e di un docente ogni 10 alunni per la Scuola d’Infanzia (con deroga ai rappresentanti di sezione o un genitore), secondo le indicazioni della normativa vigente. Un accompagnatore ogni due alunni in situazione di handicap, fermo restando che può essere autorizzata dal D.S. l’eventuale elevazione di una unità degli accompagnatori, fino ad un massimo di tre unità complessivamente per classe, sempre che ricorrano effettive esigenze. In sede di programmazione dovranno essere individuati anche eventuali docenti supplenti (almeno uno per classe). I docenti accompagnatori firmano la dichiarazione di assunzione di responsabilità, mediante la quale dichiarano di essere a conoscenza dell’obbligo di sorveglianza di loro competenza. L’assunzione di responsabilità è sottoscritta ai sensi dell’art. 2047 del C.C., con l’integrazione di cui all’art. 61 della Legge 312/1980. Gli alunni partecipanti ai viaggi o visite devono portare con sé copia del tesserino sanitario. I docenti dovranno portare con sé:

• i modelli per la denuncia di infortunio,

• l’elenco degli alunni presenti,

• l’elenco dei numeri telefonici dei genitori degli alunni,

• il materiale di pronto soccorso e farmaci salvavita forniti dal genitore.

Al rientro i docenti accompagnatori presenteranno al D.S. relazione esaustiva dell’attività. I docenti dovranno verificare l’integrità delle strutture utilizzate durante la visita o viaggio, segnalando immediatamente ogni anomalia, onde evitare contestazioni ed ingiuste richieste di risarcimento.

Articolo 8 – NORME DI COMPORTAMENTO PER GLI ALUNNI ed i GENITORI

E’ d’obbligo:

– sui mezzi di trasporto, evitare spostamenti non necessari e rumori eccessivi;

– durante la visita il gruppo deve mantenersi unito e attenersi alle indicazioni degli accompagnatori;

– la responsabilità degli alunni è personale, pertanto qualunque comportamento difforme determina l’applicazione di provvedimenti disciplinari, graduabili in base alla gravità della eventuale mancanza commessa;

– nei casi più gravi di danni o lesioni a cose e/o terzi, dichiarati e documentati dal personale impiegato nelle mete e destinazioni e dagli accompagnator stessii, l’onere finanziario sarà a carico dei genitori degli alunni responsabili;

– la dichiarazione da parte della famiglia di specifiche situazioni relative allo stato di salute dell’alunno;

– attenersi scrupolosamente alle disposizioni previste dalla circolare, prot. n. 3507 del 29 settembre 2022 in tema di deleghe al ritiro degli alunni a fine lezione;

– la dichiarazione da parte del genitore o di chi ne fa le veci di aver fornito al figlio il farmaco salva- vita in buon stato e non scaduto accompagnato dalla liberatoria alla somministrazione del farmaco salva-vita. È severamente vietato introdurre farmaci non autorizzati dalle autorità sanitarie competenti negli zaini degli alunni!

– i genitori sono co-responsabili del comportamento scorretto dei propri figli in ragione della “culpa in educando” e sono responsabili del danno causato dal fatto illecito dei figli ai sensi dell’art. 2048 C.C.

Prima della partenza si stabilisce:

  • un incontro con le famiglie per informarle sulle attività previste;
  • gli orari partenza/ritorno;
  • il programma dettagliato;
  • si acquisisce il certificato medico attestante eventuali problemi di salute legati ad allergie, intolleranze ed altre patologie che possano pregiudicare lo stato di salute dell’alunno durante l’uscita/visita/viaggio di istruzione;
  • le spese eventuali;
Articolo 9 – ASPETTI FINANZIARI

Le spese di realizzazione di visite didattiche e viaggi di istruzione sono a carico dei partecipanti. I costi devono essere condivisi dalle famiglie degli alunni. Per le visite guidate e i viaggi d’istruzione i genitori, singolarmente e cumulativamente, avranno cura di versare l’importo delle quote degli alunni sul c/c di tesoreria dell’Istituto e consegnare in Segreteria la ricevuta dell’avvenuto bonifico. Laddove previsto dalla tipologia di uscita, i genitori di ogni alunno verseranno un acconto pari al 50% della spesa prevista all’atto della presentazione dell’autorizzazione, a garanzia dell’effettiva adesione all’attività. Il rappresentante dei genitori accompagnatore provvede a trattenere le somme necessarie per il pagamento degli ingressi a musei a guide o altre mete da versare in loco. All’alunno che non possa partecipare, per sopravvenuti e documentati motivi, sarà rimborsata la quota-parte relativa ai pagamenti diretti quali biglietti di ingresso, pasti ecc., Il genitore firmerà una dichiarazione di restituzione della somma. Non saranno invece rimborsati tutti i costi già anticipati (pullman e guide) che vengono ripartiti tra tutti gli alunni partecipanti.

Articolo 10 – SCELTA DITTE DI TRASPORTO E AGENZIA DI VIAGGI

Per le uscite didattiche sul territorio nell’ambito del Comune di Ischia o dei comuni limitrofi va privilegiato, ove possibile, l’uso dei mezzi pubblici o bus. La scelta dell’impresa fornitrice del servizio è regolamentata dal Codice dei contratti che prevede la richiesta di almeno tre preventivi. L’individuazione della ditta di autotrasporti e/o dell’agenzia di viaggi è effettuata per ogni singola uscita o, in alternativa, per tutto il pacchetto annuale di visite e viaggi programmati. La scelta di ditte ed agenzie deve tener conto sia del miglior rapporto qualità/prezzo/sicurezza, sia dell’affidabilità dimostrata nel servizio sperimentato. L’Ufficio di Segreteria provvede ad acquisire presso la ditta di trasporto, qualche giorno prima dell’uscita, specifica documentazione relativa a:

  • carta di circolazione dell’autobus da cui verificare il regolare superamento della visita di revisione annuale;
  • “scheda autista” (tabella oraria), numero di targa del mezzo;
  • dotazione di sicurezza.

Nel caso la ditta fosse momentaneamente sprovvista di mezzi, deve fornire pullman con pari caratteristiche e darne comunicazione alla Scuola entro 45 minuti dalla partenza, inviando tramite fax la targa del mezzo e il nome dell’autista. Nel caso in cui le suddette condizioni non dovessero essere osservate, i docenti non effettueranno l’uscita. Il numero dei partecipanti (alunni e accompagnatori) nel caso la visita/viaggio si effettui a mezzo autobus, deve rigorosamente corrispondere al numero dei posti indicati dalla carta di circolazione dell’automezzo. Ove non previsto nella polizza assicurativa generale, si ritiene opportuno verificare se l’agenzia di viaggio o la ditta di autotrasporto prescelta preveda una clausola assicurativa per eventuali rinunce a causa di eventi straordinari (per esempio eventi atmosferici, ecc.) che rendano impossibile l’uscita stessa con conseguente perdita delle somme già versate all’agenzia o alla ditta di trasporti. Le imprese di trasporto di viaggiatori effettuato mediante noleggio di autobus con conducente dovranno dimostrare il possesso dei requisiti previsti dalla L. 218/2003 e dal Regolamento CE 1071/2009.

Articolo 11 – ADEMPIMENTI DELLA SEGRETERIA

L’Ufficio di segreteria, in possesso della documentazione e delle autorizzazioni, provvede alle seguenti procedure:

  • raccolta preventivi e comparazione degli stessi;
  • comunicazione dei costi della visita didattica al docente coordinatore responsabile;
  • ricevimento delle autorizzazioni dei genitori consegnate ai docenti e compilazione dell’elenco dei partecipanti autorizzati dal Dirigente Scolastico (alunni e accompagnatori);
  • elenco nominativo docenti e dichiarazioni sottoscritte per l’assunzione dell’incarico e obbligo di vigilanza;
    verifica del versamento della quota richiesta;
  • controllo del rispetto delle norme di sicurezza dei mezzi di trasporto che sarà consegnata ad un accompagnatore:
    elenco nominativo degli alunni partecipanti, distinti per classi di appartenenza;
  • targa del mezzo di trasporto, nome dell’autista e recapiti telefonici di emergenza (per i viaggi con pullman privato);
    i modelli per la denuncia di infortunio;
  • l’elenco dei numeri telefonici dei genitori degli alunni;
  • il materiale di pronto soccorso previsto dalla normativa;
  • a fine viaggio raccoglierà relazione consuntiva redatta dall’accompagnatore referente per ogni classe.
Articolo 12 – ASSICURAZIONE CONTRO GLI INFORTUNI

Tutti gli alunni partecipanti devono essere garantiti da polizza assicurativa contro gli infortuni, pena l’esclusione dalle uscite, visite e viaggi di istruzione. L’eventuale docente o genitore accompagnatore sprovvisto dell’assicurazione non potrà avanzare alcuna rivendicazione in caso di incidente. Connesso con lo svolgimento delle uscite/visite/viaggi è il regime delle responsabilità, soprattutto riferite alla cosiddetta culpa in vigilando e alla culpa in educando. Sul docente che accompagna gli alunni continuano a gravare le medesime responsabilità dell’ordinario svolgimento delle lezioni. Sul genitore gravano le responsabilità previste dalla normativa vigente citata in preambolo i docenti sono tenuti ad una attenta vigilanza al fine di garantire l’incolumità degli alunni affidati alla sorveglianza e i danni eventualmente provocati a terzi a causa dei comportamenti dei medesimi alunni.

Articolo 13 – VALIDITÀ DEL PRESENTE DOCUMENTO

Il presente Regolamento è stato approvato dal Consiglio di Circolo del giorno 07/10/2022 con Delibera n. 27.

LA DIRIGENTE SCOLASTICA
prof.ssa Lucia Pollio
(firmato digitalmente)

Scarica Regolamento uscite didattiche

Campagna di promozione del libro e della lettura: #io leggo perché #Video animati suggeriti dal RSPP del Circolo didattico Ischia 2
Link utili
informazioni utili per il rientro in aula per l'anno scolastico 2021/2022 albo pretorio online miur cdischia2 PONnoi pa risorse per docenti dai progetti nazionali sidi iscrizioni online miur dislessia amica Frutta e Verdura nelle scuole
Accedi alle tue App G Suite
Gli ultimi articoli
Calendario pubblicazioni
Dicembre 2022
L M M G V S D
 1234
567891011
12131415161718
19202122232425
262728293031  
Categorie